Social networking


In tutti modi in rete si scambia, ci si conosce, si mettono a disposizione materiali.

Vi cito alcuni degli strumenti, tra i tanti che sono utili per il social networking. Sono quelli mi sembra più conosciuti ed utilizzati, ma invito tutti ovviamente ad allargare i punti di vista.

Gli strumenti per la messa in comune dei materiali sono molto numerosi. Alcuni sono generalisti come Myspace. Praticamente ognuno iscrivendosi ha a disposizone spazio disco per fare blog, mettere in comune musica, video, foto e tutto quello che viene in mente agli utenti. Soprattutto vi sono molti gruppi di discussione in cui darsi appuntmento e fare converszione sugli argomenti più svariati.

Altrettanto famoso e in forte crescita è facebook. Nato per mettere in contatto gli studenti dei licei e delle università americane conta oggi circa 60 milioni di utenti. In un articolo della rivista Internazionale di fine febbraio, si dice che i proprietari di facebook siano accusati di vendere i dati degli utenti alle multinazionali.

In un ricerca sui siti di social networking più veloci il migliore pare si faceparty. I suoi 6 milioni di utenti lo rendono molto più agile da far girare. Deludono invece Twitter (studiato per i cellulari), last.fm, windows live space, friendster.

Il sito flickr invece è un potentissimo strumento di photo sharing. Collegarsi al sito, mettere una parolina nel motore di ricerca e verranno fuori tutte le foto che contengono la parola nelle tag. Cos’è una tag? Lo dico giusto per i neofiti, è un metodo per classificare le informazioni sulla rete. Tag vuol dire coda. Si tratta di attaccare all’oggetto ad esempio la foto, il filmato delle parole che consentono di rintracciarlo. Sinteticamente si tratta di uno dei metodo più evoluti di creazione di conoscenza collettiva. Una leaderless knowledge.

Linkedin invece è un sistema di social networking prevalentemente professionale. Questo è il mio profilo pubblico su linkedin. Per linkarsi a me e ad altri 20 milioni di soggetti che hanno un profilo fino ad oggi nel mondo (dati marzo 2008) bisogna creare il proprio profilo e cominciare a creare “link” con perosne conosciute. Il sistema dopo tutto supporta una delle modalità più vecchie del mondo per creare comunità ovvero

se sei amico di un mio amico, sei mio amico

Ad esempio le 40 persone collegate a me a loro volta sono collegate a centiania, migliaia di altre. Questo significa che attraverso questo strumento diventano per me evidenti le potenzialità che la mia rete mi offre. Non solo. Mediante il motore di ricerca posso cercare ad esempio il presidente degli Stati Uniti e scoprire che tra me e lui ci sono 4 gradi di separazione (avrei alcune cose da dirgli…).

Due utleriori siti di SN mi piacciono molto.

Il primo è delicious. Come sapete se amiamo un sito e desideriamo ritrovarlo in fretta, basta inserirlo nella lista dei preferiti. Facilmente lo ritroveremo cosultando questa lista nel nostro browser. Delicious mette a disposizione un sistema per condividere i preferiti con tutti gli utenti della rete. Collegandosi al sito e immetendo una prola nel motore di ricrca verranno fuori tutti i siti “taggati” con quella parola. Immettendo Ariele si troveranno alcuni link, tra cvui uno immesso da me al sito dell’associazione italiana di psicoanalisi che promuove il nostro blog.

Nello stesso spirito del precedente il sito librarything dà la possibilità di mettere in comune i titoli dei volumi che si possiedono fisicamente oppure di quelli a cui ci si sente vicini intellettualmente o affettivamente. Ad esempio se inseriscono nella ricerca le tre parole chiave (tag) leadership, management, organizzazione vengono fuori due volumi. Quello da me curato per Ariele Capi di buona speranza, e che io stesso ho inserito nel sistema, e un altro “Getting things done” che è stato segnalato da pià di 3000 lettori (con commenti e rating). Un potente sistema per stabilire relazioni, fare ricerca, studiare nuovi temi.

Emerge da questa piccola rassegna ancora una volta come nel web 2.0 il punto fondamentale è lo scambio e la condivisione, molto più della conservazione.

About these ads

, ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.301 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: