Addio al 2.0?


La nuova tendenza e’ quella di sostituire al “2.0” il termine “social”. Social Enterprise anziche’ Enterprise 2.0. Social software, social business, social learning, eccetera. Social e’ piu’ vasto e ambizioso rispetto a “2.0”, un’etichetta un po’ geek, un po’ autoreferenziale (“due punto che?”), certamente ormai marchettara: non vorrei ingannarmi, ma mi pare di aver visto in tv lo spot di una aspirapolvere 2.0, o forse stavo solo abusando del multitasking.

Sono nomi, etichette; ma ogni etichetta (soprattutto quelle date a fenomeni in espansione) convoglia un particolare significato emozionale: “realta’ virtuale” e’ alienante, “realta’ aumentata” affascina. Indagando da un punto di vista psicosociale, ricordo un anno fa di aver mutuato con entusiasmo nella mia tesi il termine Enterprise 2.0 da quello di Web 2.0: per me questo “due punto qualcosa” stava a significare, piu’ che uno stato dell’arte tecnologico, un’entita’ beta, costantemente in progress, permeabile, curiosa; un “istituente” in continuo divenire, in contrapposizione all’Istituzione. Un fenomeno di techne e psiche.

Quella la mia emozione di allora. Ora questa etichetta social va ad abbracciare, com’era inevitabile, la dimensione politica, rivoluzionaria delle dinamiche inclusive alla creazione di valore economico. “Sociale”, con le sue reminiscenze socialiste, comunitarie, ideali. Calzerebbe anche meglio un riferimento all’anarchia… ma quanta paura! Ogni etichetta veicola un sentimento.

Anche il nome di questo blog muove qualcosa, con quella sua particella negativa less, destabilizzante, ambigua (“Aziende senza leader? Senza gerarchia?”), ed ha affinita’ a certo spirito anarchico: da Wikipedia

la parola anarchia deriva dal greco αναρχία, che si può tradurre con “senza governante” α-a- significa “senza” , la radice αρχή- archè può essere tradotta con “governo“, anche se il significato specifico sarebbe “comando”, “ordine”.

Quel che mi ispira ora questa digressione etimologica e’ che non c’e’ bisogno di “comando” per governare, ne’ per condurre.

E poi questo “non”, questo “senza” che ha tanta energia dentro, va riempito di idee, di speranze, di progetti. E voi, quale pensate sia l’etichetta adatta a quest’era di razionalita’ connettiva e aumentata?

, , , , , , , , ,

  1. #1 di Elisabetta il dicembre 5, 2010 - 3:14 pm

    Personalmente, non considero l’a privativo necessariamente una perdita, ma più probabilmente una nuova forma di libertà. Leaderless, senza stato, senza una struttura gerarchica centralizzata, è stato possibile per un sacco di tempo e potrebbe esserlo ancora, perchè no? Cito da wikipedia, alla voce anarchia: “Some anarchist anthropologists, such as David Graeber and Pierre Clastres, consider societies such as those of the Bushmen, Tiv and the Piaroa to be anarchies in the sense that they explicitly reject the idea of centralized political authority.”
    Less is more, diceva Mies van der Rohe parlando del progetto, dove solo la sottrazione permette di arrivare a cogliere l’essenziale. Spendiamo molte energie per procurarci un sacco di cose, ma dedichiamo poco tempo a rinunciare a esse. Marshall Sahlins disse tempo fa: “Ci sono due modi per raggiungere l’abbondanza, produrre molto o desiderare poco”…. noi abbiamo scelto la prima strada, ma non è detto che sia sempre quella giusta….
    Quindi Social Enterprise? forse ma non basta per cogliere l’essenziale…..

  2. #2 di Paolo De Caro il dicembre 6, 2010 - 1:06 pm

    “social enterprise” credo sia un modo per smarcarsi dal tecnicismo del “2.0”, un tentativo di cogliere la dimensione interattiva e partecipata di queste realta’. coglie un po’ meno liberta’ e responsabilita’ inedite che affiorano… come ogni etichetta e’ parziale

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: