Articoli con tag musica

Musica!

Uno tra fenomeni più radicalmente innovativi degli ultimi anni è la rivoluzione nel mercato della musica.

A partire dall’anno 2000 un software di nome Napster, scaricabile dalla rete, permetteva uno scambio peer to peer, computer computer di file mp3. Mp3 è uno standard di compressione dei file musicali, tale da rendere possibile la trasmissione di file, agilmente con le normali connessioni ADSL. Ciò avveniva ovviamente vuolando le leggi sul copyright. Napster aveva ancora dei server centrali che regolavano i flussi tra diversi utenti. Ciò la rese di fatto attaccabile dalle Major della canzone. Imponenti schiere di avvocati riuscirono a far chiudere la società pochi anni dopo.

Ma la tecnologia unita alla grande domanda del mercato, resero inarrestabile il processo. Un personaggio geniale di nome Zennstrom (ricordiamci questo nome che tornerà fuori successivamente) farà kazaa. Aveva un enorme differenza rispetto a Napster perché prevedeva lo scambio peer to peer puro senza passare da server centrali. Kazaa dunque era molto meno tangibile, rintracciabile di Napster. Con la sede in paradisi fiscali, la polizia non riusciva mai a trovare Zennostrom fisicamente per consegnargli citazioni. Kazaa guadagnava attraverso i banner del sito (messaggi pubblicitari).

Ma il capolavoro è avvenuto con emule. Emule è un sistema su Linux (vedi il post precedente). Il sw è open source e nessuno sa chi ne sia l’autore. Emule è dappertutto e da nessuna parte. Le multinazionali del disco sono incapaci di difendersi. Milioni di persone su questo pianeta scambiano musica, gratis. Il mercato discografico è in gran parte finito. Che fine fa il diritto dell’autore di venir ripagato dell’opera del suo ingegno? Forse bisogna inventarsi un modo diverso di produrre valore economico. Le major del disco fanno molta fatica a trovarlo. Forse devono ammettere che non saranno loro a guadagnare nei prossimi anni.

Annunci

, ,

8 commenti